Il chiacchierino di Isla

(tatting o frivolité)


A B C del Chiacchierino:

il lavoro con una navetta

 

Argomenti trattati nella pagina:


(le immagini sono tratte da "Il Chiacchierino" ed. Ancora)

fig2 - Inizio dell'anello

Impugnare la navetta con la mano destra, il pollice sotto e le restanti dita sopra, il filo deve uscire dal posteriore sinistro della navetta.
Tenendo la navetta in mano, avvolgere il filo sulla mano sinistra bloccandolo tra indice e pollice così da formare un anello.





fig3 e 18 - Prima metà del nodo

Passare la navetta nell'anello: passando prima sotto il filo teso dalla mano sinistra e poi sopra (si procede da destra a sinistra).
Fare attenzione a tenere alto il filo della navetta, come nelle foto.




fig4 - Posizione del filo nella prima metà del nodo.

Quì è la magia del chiacchierino, questa è la vera difficoltà!!!
Dopo la fig18 il filo della navetta forma il nodo intorno al filo dell'anello, ora dobbiamo farsì che sia il filo dell'anello a formare il nodo e che il filo della navetta si trovi all'interno del nodo stesso !!!
Affinchè avvenga questo scambio di ruoli tra il filo dell'anello e quello della navetta, occorre allentare la tensione del filo dell'anello (mano Sx) e tendere al massimo il filo della navetta (mano Dx) mantenendolo orizzontale di fronte a sé.


fig6 e 19 - Seconda metà del nodo:

Passare la navetta nell'anello, passando prima sopra il filo teso della mano sinistra e poi sotto. Fare attenzione a tenere basso il filo della navetta, come nella foto.





fig7 - Posizione del filo nella seconda metà del nodo.

Quì è la magia del chiacchierino, questa è la vera difficoltà!!!
Dopo la fig19 il filo della navetta forma il nodo intorno al filo dell'anello, ora dobbiamo farsì che sia il filo dell'anello a formare il nodo e che il filo della navetta si trovi all'interno del nodo stesso !!!
Affinchè avvenga questo scambio di ruoli tra il filo dell'anello e quello della navetta, occorre allentare la tensione del filo dell'anello (mano Sx) e tendere al massimo il filo della navetta (mano Dx) mantenendolo orizzontale di fronte a sé.



fig8 - Così risultano i nodi completi

Attraverso i nodi che via via andiamo formando deve passare liberamente il filo della navetta, così da permettere di regolare la grandezza dell'anello.







Come fare un pippiolino - fig11 e 12

Nel momento di chiudere la prima metà del nodo, il filo và lasciato lento, è questa lentezza che dà luogo al pippiolino... più filo viene lasciato più risulterà grande il pippiolino.
Consiglio di usare pippiolini piccolissimi quando servono per attaccare (joint) e pippiolini grandi quando sono decorativi.





Come attaccare con il pippiolino - fig17

Infilando l'uncinetto nel pippiolino (joint) prendere il filo della mano Sx e farlo passare attraverso il pippiolino.
Nella cappiolina così formatasi fare passare la navetta.
Stringere il filo e continuare il lavoro.









Farfalla, lavoro con una navetta

A1: 8n (1p ogni 2n)x8v 6n Ch.
A2: 8n (Att all'ultimo p di A1) 6n 1p 1n 1p_lungo 10n Ch.
A3: 10n 1p_lungo 1n 1p 6n 1p 8n Ch.
A4: 8n (Att all'ultimo p di A3) 2n (1p ogni 2n)x7v 8n Ch Tf.









Pagine create da © Fabio & Isla
Ultimo aggiornamento 1 Settembre 2000